THE FORTY DAYS “The Colour of Change”

Sabato 28/10/ 2017 Altroquando (Zero Branco – TV) ore 21.30: MOORDER + SOFA ROUGE
26 ottobre 2017
ALESSANDRO SERAVALLE “Spielräume”
14 novembre 2017

THE FORTY DAYS  “The Colour of Change”       (LIZARD CD 0132)

THE FORTY DAYS, una nuova gemma dal Neorinascimento Progressivo Toscano !!

Le coordinate sono nitidamente targate Pink Floyd, secondi Marillion, Porcupine Tree, ma potrebbe non significare molto se non fosse che  il giovane quartetto pisano-livornese sa scrivere splendide canzoni, caratterizzate dalla vocalità intensa ed elegante di Giancarlo Padula (anche tastierista) e dal pathos della chitarra Gilmouriana di Dario Vignale. Completano la line-up, altrettanto efficacemente Massimo Valloni al basso e Giorgio Morreale alla batteria.

Una nuova talentuosa band si affaccia dunque al nuovo panorama progressive italiano, attrezzata di un brillante sound neo-prog a tinte psichedeliche dal respiro internazionale.

Ogni brano di “The Colour of Change” (sette in tutto, di cui uno strumentale) sa palesare una scrittura significativa assieme ad un lirismo ed un’espressività sempre di grande tensione melodica ed emozionale.

THE FORTY DAYS diventa da subito una possibile rivelazione, ad attestare, insieme ai già apprezzati EVELINE’S DUST e BASTA! (tanto per rimanere in Toscana e in casa LIZARD RECORDS) un livello ed una vitalità del nuovo prog-rock davvero ragguardevoli

link a The Garden: https://www.youtube.com/watch?v=0vNAxJgTgUM

link facebook: https://www.facebook.com/thefortydaysita

I The Forty Days vengono da Pisa e Livorno e si possono definire una band progressive rock, ma con evidenti contaminazioni art/rock, pop/rock e rock psichedelico. 

Le influenze principali sono  Pink Floyd, Porcupine Tree, Steven Wilson, Marillion, David Gilmour, Calibro 35, Supertramp, Led Zeppelin e molti altri, in altre parole tutti quelli artisti che hanno provato a mischiare prog/rock/psichedelia con una certa componente melodica.

La formazione attuale del gruppo è attiva da settembre 2015, periodo dopo il quale la band inizia una discreta attività live e soprattutto a pensare seriamente alla stesura del primo album.

Questo disco è venuto alla luce nel 2017 ed è intitolato The Colour of Change: è un concept album che parla di situazioni, pensieri e paure di un uomo alla soglia dei 30 anni nella nostra epoca.

The Colour of Change, registrato all’Indiependente Studio di Edoardo Magoni a Putignano (Pisa), uscirà ufficialmente il 28 ottobre 2017 in collaborazione con la label Lizard Records.

The Forty Days are from Pisa and Livorno, Italy, and they can be defined a progressive rock band with obvious art/rock, pop/rock and psychedelic rock contaminations.

Main influences are Pink Floyd, Porcupine Tree, Steven Wilson, Marillion, David Gilmour, Calibro 35, Supertramp, Led Zeppelin and many others, in other words all those artists who have tried to mix prog/rock/psychedelic with a certain melodic content.

The current line-up is active since september 2015, after that the band increased the live activity and started to think about writing the first album.

This album has come to light in 2017 and is called The Colour of Change: it’s a concept album that speaks about an almost 30-years-old-guy’s situations, worries and fears in our days.

The Colour of Change, that has been recorded at Edoardo Magoni’s Indiependente Studio in Putignano (Pisa, Italy), will be officially released on october 28th 2017 in collaboration with the italian label Lizard Records.